Besançon-Savoia

Porte aperte a Besançon, 131 per celebrare il 250esimo anniversario della nascita di Jeanne-Antide. Come si poteva

ben immaginare, nella sua Franca-Contea, regione natale, il 250o anniversario della nascita di Jeanne-Antide è stato festeggiato in modo del tutto speciale.   

E per questo, la Casa Provinciale ha spalancato le sue porte sabato pomeriggio 21 novembre.

Dalla Franca-Contea, dalla Savoia e da più lontano ancora sono arrivati gli Amici di Jeanne-Antide, riuniti in una gran folla di persone già conosciute fra loro o non ancora, ma amanti di   Jeanne-Antide e venuti per dimostrare la loro amicizia alle Suore in questo giorno particolare. 

Nei giorni precedenti, la festa era stata annunciata attraverso la stampa, con una Lettera della Diocesi, nelle parrocchie alle Messe della domenica… e l’invito è stato ampiamente raccolto!  

Dal momento dell’apertura della Casa, alle 13.30, gli ospiti hanno potuto ammirare la mostra permanente dedicata a santa  Giovanna Antida, ascoltare la prima parte della conferenza di sr Nicole-Marie, intitolata: « Di inizio in inizio ». La seconda parte aveva come titolo « Dalla nascita di Jeanne-Antide alla nascita della congregazione». Hanno potuto ascoltare diverse testimonianze all’interno dei vari «ateliers» appositamente allestiti: «Insieme Suore e Laici», «Comunità internazionali», «Pronta accoglienza per le donne vittime di violenza», «Accoglienza Sancey», «Andare incontro ai giovani». Gli ospiti hanno anche potuto informarsi su «La Boutique Jeanne-Antide», dialogare con i «Collaboratori della congregazione» o con gli Amici di Jeanne-Antide   Una presentazione multimediale ha illustrato le missioni delle coomunità e delle Suore, animate dal carisma ricevuto da Jeanne-Antide.

L’Eucarestia è stata presieduta da Mons. Bouilleret, arcivescovo di Besançon, e concelebrata da numerosi sacerdoti amici.

La Presentazione dei Doni ha evocato i quattro continenti dove sono presenti le Suore della Carità e tutti i numerosi partecipanti hanno pregato e cantato con fervore, sui passi di   Jeanne-Antide: « L’Esprit de Dieu par toute la terre nous envoie a la rencontre de tous nos frères dans la joie ! » Lo Spirito di Dio ci invia per tutta la terra ad incontrare nella gioia i nostri fratelli.

Mons. Bouilleret ha terminato la sua omelia esortandoci tutti: «Che la memoria di Jeanne-Antide radichi sempre più la nostra vit anel Vangelo!»

Come tutte le feste si concludono con «il brindisi dell’amicizia», anche la nostra ha avuto il suo ricco buffet, magnificamente allestito e decorato! 

Nel rendimento di grazie abbiamo vissuto questa giornata e siamo certi che Jeanne-Antide ha benedetto tutte le persone e le famiglie che sono venute a renderle omaggio e a pregare con lei.  

Sr Christiane-Marie DECOMBE

ozio_gallery_jgallery